Searching For “kitten video?” Neanche io

A+ A-

Una nuova indagine da ClipBlast! su come le persone a trovare contenuti video ha iniziato una discussione su ricerca e come si riferisce ai contenuti di intrattenimento. Nel sondaggio, ClipBlast! chiesto 1000 consumatori online se avessero un metodo preferito per la ricerca di contenuti video sul Web.

Degli intervistati, quasi la metà non aveva alcun metodo preferito, indicando che molti consumatori o hanno limitato l'esperienza con il video on-line, o forse nessuna esperienza che potessero ricordare. Così, mentre YouTube è esploso in popolarità, e l'adozione della banda larga continua a salire, molti consumatori semplicemente non hanno familiarità con questo spazio.

Degli intervistati che hanno avuto un metodo preferito, il breakout è molto interessante:

Tra i 530 intervistati che hanno avuto un parere definitivo, "scoperta" è il primario significa che si arriva a video online (28 per cento), seguiti da vicino da raccomandazioni da amici (27 per cento). Circa il 22 per cento si basano sui motori di ricerca. Circa il 10 per cento ottenere il video da persone che conoscono solo on line - attraverso i social network e simili. Relativamente percentuali minori ricevono video da e-mail indesiderate e feed RSS, a cui si sono abbonati (5 per cento, rispettivamente).

I risultati, quando guardava in isolamento dal resto del Web, non sono così sorprendenti. C'è un consenso generale che la popolarità dei video è in gran parte determinata dal word-of-mouth, quindi il fatto che il 37% dei consumatori sente parlare video attraverso amici ( “reale” o “virtuale”) ha un senso intuitivo.

Inoltre, il 28% che ha citato la scoperta non è sorprendente: questo è il web equivalente di zapping. Portali come YouTube offrono molteplici opportunità per gli spettatori di scoprire i contenuti video: canali, categorizzazione, i video correlati identificati tramite tag, e così via.

Ma il dato di ricerca è molto interessante, soprattutto se visti sullo sfondo di comportamento web globale. A questo punto, l'utilizzo di video è abbastanza comune che ci si aspetterebbe di vedere una forte correlazione tra consumo di video e il comportamento web in generale - sono fondamentalmente le stesse persone. Un rapporto comScore pubblicato il mese scorso supporta questa, trovando che il 73% degli utenti Internet statunitensi hanno guardato video online nel mese di febbraio.

Ma in realtà non vediamo una convergenza di comportamento quando si tratta di ricerca video. ClipBlast! ha rilevato che solo il 22% degli utenti di video online preferiscono i motori di ricerca per la ricerca di nuovi video, in piedi in netto contrasto con il comportamento web generale. Molteplici studi hanno citato i motori di ricerca come punto di partenza per la maggior parte degli utenti web, attraverso una varietà di categorie di contenuti e scenari. Allora perché non vediamo che il comportamento nello spazio video?

Si potrebbe sostenere che la ricerca video, come una tecnologia, non si è evoluta al punto in cui è considerato un modo affidabile per trovare i contenuti video. Certamente un certo numero di fornitori stanno facendo passi da gigante in questo settore, ma per la maggior parte dei consumatori (che utilizzano YouTube / Google) non c'è che infallibile "Mi sento fortunato" fiducia che abbiamo imparato ad aspettarsi da ricerca sul Web.

Questo potrebbe essere un argomento valido, ma ci sono altri fattori in gioco? Ci potrebbe essere qualcosa di specifico per l'esperienza video online che lo differenzia da altre forme di contenuti web? Certo, vediamo variazioni nella media convenzionali. Persone consumano supporti di stampa in modo molto diverso dalla televisione, e che la differenza potrebbe avere un analogo nello spazio online.

Un aspetto del video web da considerare è il fatto che, in questo momento, almeno, il video è in gran parte un mezzo di intrattenimento. Ciò è in netto contrasto con il web più ampio, che offre un mix di intrattenimento, informazione, il commercio e l'interazione sociale. La mancanza di informazioni può iniziare a chiudere come le persone diventano più familiarità con trasmissione di notizie clip e how-to siti come Howcast. Ma per ora, il video è principalmente circa diversivo, e che non può sincronizzare bene con il comportamento di ricerca tipico.

Infatti, anche la parola "deviazione" suggerisce la contraddizione: la ricerca comporta uno sforzo mirato per raggiungere un obiettivo, mentre la deviazione è letteralmente l'opposto.

Sherwood Stranieri è direttore di ricerca naturale a SMG Search, un'unità di ricerca dedicato di Starcom MediaVest Group. Con sede a Chicago, SMG Search crea strategie di ricerca integrate per alcune delle più grandi aziende del mondo. La colonna Video Search appare settimanale al Search Engine Land.


Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell'autore del cliente e non necessariamente Search Engine Land. Autori del personale sono elencate qui.


Ads

Condividere