The Big Mistake B2B PPC

A+ A-

E 'stato detto che le tre regole del marketing sono il riconoscimento del marchio, il riconoscimento del marchio, e il riconoscimento del marchio. Dato che, di marketing spendono ingenti fondi e risorse per garantire che le persone a riconoscere i loro marchi e connettersi con loro. In altre parole, il marchio conta. Eppure, quando si tratta di marketing PPC, l'importanza di marca ottiene un po 'confuso, soprattutto per il marketing B2B.

Dalla mia esperienza, parole chiave di marca tendono a giocare un ruolo relativamente modesto negli sforzi PPC di molti marketers B2B. In realtà, il numero di aziende B2B in realtà sfruttando i loro marchi in PPC sembra essere piuttosto basso. La ragione? Molti marketers B2B ritengono che i loro clienti e potenziali clienti già conoscono il loro marchio e / o come trovarli; o che la loro forza vendita è già parlando con chiunque si potrebbe immaginare come client. In ultima analisi, si sentono che spendere soldi per gli annunci di ricerca PPC di marca sarebbe uno spreco.

Purtroppo, si sbagliano.


Ho visto numerosi clienti B2B sperimentano enormi incrementi di traffico, le conversioni e le query di ricerca di marca da sfruttando il proprio marchio sia in ricerca a pagamento e organici. In quanto tale, vi consiglio i clienti a lottare per la copertura coerente tra le pagine dei risultati dei motori di ricerca tramite i veicoli di ricerca organici e pagati.

Ma non fraintendetemi, non tutti i marketer B2B sono contrari a sfruttare il loro marchio in PPC. Alcuni potrebbe essere proprio iniziando ad abbracciarla, altri potrebbero essere ulteriormente lungo e testare il suo impatto, mentre altri ancora potrebbero essere più avanzato e già incorporando annunci display nei loro sforzi. Chiaramente, esiste un intervallo. Dato che, ho divvied la gamma in cinque categorie basate su l'uso di un marketing di termini di marca. Diamo un'occhiata a ciascuno.

In piedi e guardare. Marketers in questa categoria non stanno facendo uso del loro marchio nel marketing PPC. Essi non riescono a prendere in considerazione l'influenza a valle e indiretta sui propri obiettivi generali che potrebbero derivare dalla non sfruttando il loro marchio in PPC. Marketers in questo gruppo sarebbe opportuno prendere in considerazione la possibilità che potrebbero essere significativamente limitando i loro risultati dalle scelte che stanno facendo. Un ottimo modo per questi marketing per iniziare è quello di eseguire test per determinare l'impatto che i termini di marca potrebbe avere per loro.

Tutti i termini sono gli stessi. Marketers in questa categoria guardano le loro campagne solo in termini di risultati puri. La loro posizione è che i termini di marca o contribuiscono all'obiettivo generale della campagna (vendite, lead, ecc) o saranno rimossi. Questo gruppo è focalizzata sulla gratificazione immediata, e sosterrà che se un risultato positivo non abbia immediatamente seguire un click, poi hanno sprecato i soldi. Fidati di me, convincente queste marketing per iniziare il test è abbastanza duro, ma la loro mancanza di volontà di concedere tempo sufficiente per le conversioni latenti può essere ancora più frustrante.

Testing. Marketers di questo gruppo hanno fatto un lavoro solido di test e di apprendimento, e meritano una pacca sulla spalla per farlo. I test più comuni possono essere eseguiti semplicemente. In primo luogo, individuare quali dei tuoi termini di marca hanno classifica organici solidi. Quindi, spegnere i tuoi annunci PPC per quei termini per una o due settimane (due è di solito necessario a meno che non si vede migliaia di query di ricerca di marca a settimana). Durante questo tempo, misurare il clic, conversioni, e il tasso di conversione. Successivamente, trasformare questi annunci PPC indietro per la stessa quantità di tempo, e misurare le stesse statistiche. Le probabilità sono, se avete sia organici e PPC impegnati, sarà come i risultati del test.

L'utilizzo di annunci display. Oltre a testare da soli, di marketing in questo gruppo sono anche sfruttando gli annunci display per contribuire ad alimentare la domanda per il loro marchio. Questa è una grande strategia complessiva, e un compito facile da verificare. Ad esempio, provare a girare gli annunci display on e off, e misurare l'impatto sulle impressioni di marca, clic e conversioni, e il delta tra i due durante le diverse epoche. Tuttavia, quando si valutare i risultati, assicurati di tenere conto di tutte le stagionalità e / o fattori esterni importanti come notizie aziendali positivo o negativo.

Conversioni offline. Marketers in questa categoria sono davanti alla curva e meritano seria riconoscimento. Questi esperti di marketing non solo sono in esecuzione i test che ho descritto sopra, ma sono anche in corso la distanza in più, esaminando l'impatto dei loro sforzi sulle vendite offline. Data la natura della società B2B, è indispensabile per il marketing per fare questo. Se si considera solo i risultati online, vi accorgerete che non si è pienamente riconoscere e dare credito alle vostre iniziative online.

La linea di fondo è che la marca non importa, e intelligenti marketing B2B dovrebbe essere sfruttando pienamente il loro marchio nel marketing PPC. In questo modo potrebbe produrre miglioramenti significativi per il traffico, le conversioni e le query di ricerca di marca. Come leggere le categorie di cui sopra, trovare dove si forma in, quindi esaminare i budget e la vostra situazione di marketing globale. Se si rientra nelle prime quattro categorie, Vi incoraggio vivamente a impegnarsi per andare avanti da almeno un gruppo nei prossimi mesi. Provaci. Sono fiducioso ti auguro aveva fatto prima.

Brian Kaminski è amministratore delegato del motore di ricerca società di marketing iProspect a San Francisco, e può essere raggiunto a b.kaminski@iprospect.com. La colonna di attività strettamente appare mercoledì alle Search Engine Land.


Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell'autore del cliente e non necessariamente Search Engine Land. Autori del personale sono elencate qui.


Ads

Condividere