Dodici errori SEO più Bloggers Fai

A+ A-

Dal momento che sto parlando di questa settimana al Search Engine Strategies sul tema della SEO attraverso Blog e Feed, sembra giusto che questo numero di “100% Organic” essere correlato al blog ottimizzazione. Anche i migliori SEO commettono errori con i loro blog (e sì, mi fanno alcuni di loro troppo). Quali sono? Ecco la mia lista:

  1. Permettere tag del titolo per essere generato automaticamente (dal titolo del post, nome della categoria, etc.). Ogni pagina categoria e la maggior parte delle pagine permalink (ad esempio pagine di post) dovrebbe essere a mano-artigianale. Non basta lasciare che il software blog riutilizzare il titolo del post o il nome della categoria con il nome del tuo blog appiccicato nella parte anteriore. Perché? Perché un titolo ideale post è raramente un tag title ideale. Ottimizzare il titolo del post o il nome della categoria, lavorando in sinonimi, più tempi verbali, ecc in esso può rovinare la sua punchiness e quindi il suo impatto lettore. Ad esempio, “Marketing su MySpace” fa per un grande titolo post, ma “Social Media Marketing su MySpace, il re dei luoghi sociali della rete” fa per un tag titolo con ampio appeal parola chiave.

    Come si raggiungere questo obiettivo? Se il tuo blog è alimentato da WordPress, quindi è possibile utilizzare il mio plugin per WordPress chiamato SEO Tag Title. Offre anche un'interfaccia “Modifica di massa” amministrativa per fare modifiche collettive in tutta decine o centinaia di pagine in una sola volta. Non sono a conoscenza di un plugin simile per Movable Type o altre piattaforme di blog, ma forse questo articolo stimolerà qualcuno per scriverlo. ;-)

    Se non si ha il tempo o le risorse e desidera continuare con tag titolo generati automaticamente, si dovrebbe ad un codice di mano minimo assoluto il tag del titolo sulla home page, e poi sul resto del luogo blog il nome del blog a alla fine del tag title, piuttosto che agli inizi (o rimuovere del tutto). Questo vi darà i tag titolo più mirato in modo unico.

  2. Pagine Letting ottenere indicizzati che non dovrebbe mai essere indicizzati. Alcune pagine non dovrebbe essere consentito nelle indici di ricerca perché sono sia fondamentalmente contenuto-di meno (come la forma “Invia questa pagina” o le pagine “foto più grande”) o perché sono sostanzialmente simili ad altre pagine (come la “stampante- pagine amichevoli”). Sfogliare le pagine indicizzate in Google utilizzando l'operatore site: query e cercare le pagine che non meritano di essere lì. Poi non consentire nel file robots.txt.
  3. Avere più case per il tuo blog. Il tuo blog ha quello geek motore di ricerca si riferiscono come questioni “canonica”? Se si può arrivare a una pagina da più URL, allora la risposta è “sì”. Ad esempio, ries.typepad.com e www.originofbrands.com e originofbrands.com portano tutte alla stessa pagina.
  4. Non usando “passi opzionali” per ridurre al minimo i contenuti duplicati. Questo può essere conosciuto con altri nomi in altre piattaforme di blog, ma in WordPress brano opzionale sul modulo di scrittura Post è cui è possibile definire copia alternativa per visualizzare ovunque, ma sulla pagina permalink. Che renderà il contenuto del post unico alla pagina di permalink, riducendo il potenziale che perderete classifica per contenuti duplicati perché la posta sarebbe altrimenti incluso nella sua interezza in numerose pagine, comprese le pagine archivi-by-data e pagine di categoria .
  5. Non usando rel = nofollow per dirigere strategicamente il flusso di guadagno collegamento. Alcuni link interni non sono molto utili perché hanno testo di ancoraggio non ottimale (ad esempio “Permalink” e “Commenti”). Alcuni link esterni solo perdite di guadagno link per il bene di nessuno, come “Digg this” link.
  6. Eccessivo affidamento sugli archivi di data-base. La maggior parte dei blog organizzano i loro archivi per mese, piuttosto che per parola chiave. Questo è un peccato, perché il testo di ancoraggio dei link è così importante per SEO, ma questi archivi di data-base tendono ad avere il numero a base di terribile testo di ancoraggio. Organizzare il tuo blog in categorie è un passo nella giusta direzione, ma attuando di tagging e tag cloud attraverso il vostro blog è un motore di ricerca approccio molto più ottimale. Poi si può abbandonare la gerarchia data-base, o almeno rel = nofollow tutte quelle di data-base di link all'archivio.
  7. Mancanza di stabilità a fuoco parola chiave su pagine di categoria. Quando le categorie sono stati selezionati - almeno in parte - a causa della ricerca di parole chiave, quindi le vostre pagine di categoria possono essere di grande beneficio SEO. Ma al fine di dare veramente quelle pagine di categoria le migliori possibilità di competere per le loro parole chiave mirate, le pagine hanno bisogno di stabilità nella loro messa a fuoco parola chiave. Tuttavia, nella maggior parte dei casi il focus parola chiave salta tutto il posto come nuovi post rendono in quella pagina di categoria e vecchi post cadere. Utilizzando i messaggi “appiccicosi” che rimangono nella parte superiore della pagina di categoria, indipendentemente dalla età di quel post vi darà la possibilità di incorporare parole chiave ricco copia introduttivo nelle pagine. Per esempio, il post appiccicosa sulla pagina categoria Politica presso businessblogconsulting.com imposta il palco con un ricchi di parole chiave, l'introduzione rilevanti e utili per i posti all'interno di tale categoria.
  8. URL ottimale. Gli URL più ottimali contengono importanti, parole chiave popolare e un numero minimo di barre, senza punti interrogativi. Se si utilizza WordPress, assicurarsi di cambiare le “Opzioni” Permalink utilizzare gli URL riscritti, piuttosto che il default di ID postali. Se si utilizza TypePad o Movable Type, il cambiamento di utilizzare il predefinito di sottolineatura a trattini invece, come trattini sono preferiti dal punto di vista di Google. TypePad e Movable Type tendono anche per troncare URL metà parola chiave. Si consideri ad esempio il palo sulla piattaforma TypePad dal titolo “Alberghi, ospitalità e Social Media”, che ha convertito a un URL di http://bloombergmarketing.blogs.com/bloomberg_marketing/2007/08/hotels-hospital.html. Si noti come l'URL è stato troncato e le opere “ospitalità” e “social media” sono stati persi. Se si utilizza WordPress, fare uso del “slug post,” scrivere il nome del file personalizzato dell'URL del palo ed eliminare parole usa e getta da un URL, come “il” che compaiono nel titolo del post, ma aggiungere alcun valore nell'URL.
  9. Solo un feed RSS, e non è nemmeno ottimizzato. Ogni categoria sul tuo blog dovrebbe avere una propria categoria, in modo che le persone che sono per lo più interessati a un solo argomento possono sottoscrivere - e, si spera di sindacato - il mangime specifico per categoria. Stessa cosa vale se si dispone di pagine di tag ospitati nel vostro blog. feed specifici tag sono grandi per gli utenti e per i SEO. Ottimizzate feed RSS sono quelli che sono “full text” Non sintesi nutre, hanno più di dieci articoli (ad esempio 20 o 50), hanno titoli di articoli ricchi di parole chiave, inserire il nome del marchio nei titoli voce, includere importanti parole chiave nel sito titolo e descrizione convincente sito.
  10. Offrendo podcast non ottimali. Se si pubblica podcast sul tuo blog, assicurarsi di ottimizzare il tag ID3, inserire note spettacolo con ogni podcast, creare spettacolo trascrizioni (suggerimento: CastingWords offre la trascrizione di podcast poco costoso), e assicurarsi di avere una presenza in directory podcast come iTunes.
  11. Mettere l'URL del tuo blog o l'URL del tuo feed RSS su un dominio che non si possiede. Ha URL del tuo blog contiene blogspot.com, typepad.com, wordpress.com, ecc? Se sì, ripetere dopo di me con una voce di Homer Simpson: “Doh!”. Questo è un disastro in attesa di accadere. Che cosa succede se si desidera passare a un'altra piattaforma blog o al fornitore di servizi? Non sarà in grado di redirect 301. Il meglio che puoi fare è mettere un post “Abbiamo spostato” poi abbandonare il blog. Come quello che mia figlia aveva a che fare con il suo blog Neopets, quando si è trasferita da neopetcheats.wordpress.com a neopetsfanatic.com. Un altro errore sta usando Feedburner senza usare il loro servizio MyBrand - il che significa che tutti i vostri abbonati RSS effettuare la registrazione a un URL che non controlli. Saresti in una salamoia, se avete sempre voluto cambiare da Feedburner per un altro servizio. Dopo Google ha acquisito Feedburner, che hanno fatto il servizio MyBrand libero. Quindi non ci sono scuse per non usarlo. Io uso MyBrand con il mio blog, quindi il mio URL del feed è http://feeds.stephanspencer.com/scatterings invece di http://feeds.feedburner.com/scatterings.
  12. Utilizzando testo di ancoraggio non ottimale quando si collegano internamente. Non è raro per i blogger di utilizzare “qui” o “in precedenza” o frasi non ottimali simili come testo di ancoraggio all'interno di posta copia. Resistere alla tentazione e utilizzare parole chiave pertinenti al posto.

Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell'autore del cliente e non necessariamente Search Engine Land. Autori del personale sono elencate qui.


Ads

Condividere

Recente

Mente il vostro business: In primo piano le colonne di ricerca locale del 2017

professionisti SEO locali hanno un ruolo sempre più importa...

SearchCap Santa Tracker, Google termini di API e metriche SEO

Qui di seguito è quello che è successo in cerca di oggi, co...

Marlene Dietrich Google Doodle onori di carriera del leggendario attrice

Marlene Dietrich, l'iconica attrice di origine tedesca,...

Google risultati di immagini Prove nuova scatola ricerche correlate

Google sta testando una nuova scatola “ricerche correlate” ...

Commenti